Whistleblowing

La Progetti Europa & Global S.p.A. (di seguito “PEG” o “Società”) nel rispetto di quanto previsto dall’art. 6, co. 2-bis del D. Lgs. 231/2001 (di seguito “Decreto 231”) e per incentivare la collaborazione di tutte le funzioni aziendali e i soggetti coinvolti nell’attuazione del Modello, ha predisposto appositi canali che consentono a tutti i Destinatari del Modello (quali il Presidente, il Consiglio di Amministrazione, i Direttori, i Dipendenti, i Collaboratori, i Consulenti etc.) di inviare segnalazioni, a tutela dell’integrità della Società, in merito a condotte illecite che possano dare luogo a uno dei reati previsti dal Decreto o a violazioni del Modello, del Codice etico e delle procedure interne. 

Le segnalazioni di condotte illecite o irregolari devono essere circostanziate, rilevanti ai sensi del Decreto 231, e fondate su elementi di fatto precisi e concordanti, ovvero su violazioni del Modello, del Codice etico e delle procedure interne di cui i segnalanti siano venuti a conoscenza in occasione e/o a causa delle mansioni lavorative svolte o in ragione del rapporto di lavoro/collaborazione. 

L’Organismo di Vigilanza ha il compito di ricevere, analizzare, verificare le segnalazioni, anche avvalendosi del supporto di altre funzioni della Società.

Il segnalante invia le segnalazioni compilando il “Modulo per la segnalazione di condotte illecite o irregolari” (il modulo editabile è in allegato).

Dette segnalazioni dovranno essere inoltrate scrivendo alternativamente:

  • per via telematica all’indirizzo dedicato whistleblowing@pegitaly.it;
  • per via cartacea all’attenzione dell’Organismo di Vigilanza, presso Progetti Europa & Global S.p.A., Piazza Stia 8 – 00138 Roma;
  • mediante deposito fisico della segnalazione, in busta chiusa, con la dicitura “riservata/personale all’Organismo di Vigilanza di Progetti Europa & Global S.p.A. – Piazza Stia 8 – 00138 Roma”, nella apposita cassetta istituita presso la sala caffè al piano terra della sede di Piazza Stia.

Il processo di gestione delle segnalazioni è effettuato secondo le modalità stabilite nella procedura aziendale adottata dalla Società (rif. PE10000-PR-0007 - Prescrizioni per la gestione delle segnalazioni di condotte illecite o irregolari - c.d. “whistleblowing”), nonché nel rispetto delle procedure e delle policies adottate dalla Società in materia di protezione dei dati personali.

E ’garantita la riservatezza del segnalante sin dalla ricezione della segnalazione e in ogni fase successiva. 

PEG promuove ogni iniziativa e adotta misure idonee al fine di evitare atti ritorsivi, discriminatori o qualsiasi altra forma di penalizzazione, diretta o indiretta, nei confronti del segnalante per motivi collegati alla segnalazione. Eventuali condotte discriminatorie o ritorsive potranno essere denunciate all’Ispettorato Nazionale del Lavoro sia da parte del segnalante che da parte dell’organizzazione sindacale indicata da quest’ultimo.

Eventuali segnalazioni anonime, cioè prive di elementi che consentano di identificare il loro autore, verranno prese in considerazione per ulteriori verifiche solo se relative a fatti di particolare gravità e con un contenuto che risulti adeguatamente dettagliato e circostanziato. PEG, in conformità a quanto previsto dal Decreto 231 e al fine di prevenire eventuali abusi, ha previsto specifiche sanzioni nei confronti di chi viola le misure di tutela del segnalante, nonché nei confronti di coloro che, con dolo o colpa grave, effettuino segnalazioni che risultino infondate.  

In allegato è a disposizione il modello idoneo alle segnalazioni.